Homemondo postStati Uniti postCHELSEA COSA VEDERE A NEW YORK

CHELSEA COSA VEDERE A NEW YORK

CHELSEA COSA VEDERE A NEW YORK

Chelsea è una zona un po’ “vintage” e multietnica di Manhattan, caratterizzata dall’architettura in mattoni di palazzi ed ex magazzini. Le svariate gallerie d’arte, i ristoranti alternativi e la vasta scelta di negozi attraggono newyorkesi e visitatori, rendendola molto vivace.

L’area di Chelsea, che ingloba a sua volta vari quartieri, fra cui Hudson Yards, è  posizionata nella parte occidentale di Manhattan. La delimitano a sud e a nord rispettivamente la 14th e la 34th street, mentre sui lati si trovano la Sesta Avenue e il fiume Hudson.

High Line cosa vedere New York in una settimana
Vista sui murales dalla High Line

THOMAS CLARKE E LA SUA TENUTA DI CHELSEA

Il nome richiama l‘omonimo quartiere londinese di Chelsea, in particolar modo il Royal Chelsea Hospital, che accoglie i veterani dell’esercito inglese. Il maggiore inglese Thomas Clarke fu colui, che nel 1750, diede questo nome alla sua tenuta, quando si ritirò qui in pensione.

Situata, a quel tempo, in mezzo alla campagna dell’isola di Manhattan, Thomas Clarke ampliò questo suo possedimento acquistando i terreni limitrofi, e vi costruì la sua residenza. Nel 1819, gli eredi decisero invece di lottizzare l’area, poichè la città di New York si stava ormai espandendo.

Innalzarono, quindi, edifici residenziali dagli stili architettonici diversi, fra cui le classiche rowhouses, ossia case a schiera. Nel frattempo, però si insediarono anche grandi fabbriche e attività economiche. Allo scopo di agevolare il movimento delle merci e dei lavoratori, costruirono anche la ferrovia. Oltre a falegnamerie si trovavano qui molti birrifici e distillerie, questo per la massiccia presenza di immigrati irlandesi.

Alla fine dell’Ottocento, tuttavia, delocalizzarono le industrie così convertirono molti edifici in gallerie d’arte, teatri e studios cinematografici. Chelsea divenne in breve  famosa come zona di divertimento e dello shopping con negozi specializzati.

LONDON TERRACE E LONDON HOTEL DI CHELSEA

I palazzi si ingrandirono, non a caso risale al 1930, il London Terrace, che costituiva a quel tempo il condominio più grande del mondo, con ben 1700 appartamenti suddivisi in 14 palazzine, di 17 e 19 piani.

London Terrace a Chelsea New York
Vista dall’High Line su London Terrace

Ben visibile anche dalla High Line, questo complesso di edifici comprende una piscina olimpionica, negozi, ristoranti, un giardino interno, terrazze panoramiche con vari servizi. Questa è la residenza anche di molti personaggi famosi e star internazionali.

In origine, la mansione di Thomas Clarke era posizionata all’angolo fra la 23° strada e la Nona Avenue, dove rimase fino alla demolizione, avvenuta per fa posto proprio a questo enorme complesso.

Un’altra icona di Chelsea è il gotico-vittoriano London Hotel, che fino al 1902 fu l’edifcio più alto della città. Nel corso della sua lunga storia, soggiornaro qui molti artisti come Mark Twain e quelli bohemien come Janis Joplin, Patti Smith, Bob Dylan.

CHELSEA HISTORIC DISTRICT

Una parte del quartiere, compreso fra la 19th e al 23rd street e fra l’Ottava e la Decima Avenue  prende il nome Chelsea Historic District, proprio per la sua particolare architettura. Aree verdi punteggiano l’area fra cui il Chelsea Park con campi di baseball.

MADISON SQUARE GARDEN

Il vicino Madison Square Garden, considerato tempio dello sport, ospita le partite di hockey su ghiaccio e di basket delle squadre cittadine, rispettivamente New York Rangers e New York Knicks.

La sede originale aprì però a Madison Square Park, per cui l’attuale arena circolare risale al 1968, e può ospitare fino a 20.000 persone, che vengono anche per assistere a grandi spettacoli e concerti di star internazionali.

A pochi passi si raggiunge una delle stazioni ferroviarie più importanti del nord America, la di Penn Station.

MOLI DEL CHELSEA DISTRICT

Lungo il fiume Hudson si trovano i Chelsea Pier, otto moli numerati dal 54 al 62, che risalgono al 1901, in origine costruiti per ospitare lussuose navi da crociera.

I terminal, caratterizzati a quel tempo da facciate in granito rosa, costituivano gli scali passeggeri di grandi compagnie crocieristiche, come la Cunard e la White Star. Nel corso del tempo, su questi moli sbarcarono però anche molti immigrati, prima del loro trasferimento su Ellis Island. Nel periodo delle due guerre mondiali, invece, partirono da qui molte truppe militari, dirette ai campi di combattimento.

La Grande Depressione del 1933, portò al calo repentino dei passeggeri, dovuto anche all’avvento degli aerei. Navi sempre più lunghe portò alla realizzazione di nuovi moli più a nord, e i Chelsea Piers rischiarono quindi la demolizione, anche a causa dell’incendio del 1947.

Rimasti per lungo tempo in stato di abbandono, grazie alla riqualificazione degli ultimi decenni, i moli dal 59 al 62, sono rinati in una nuova veste. Costituiscono ora nuove aree verdi e sono dedicati alle attività sportive.

I moderni complessi permettono infatti di praticare il golf, nuoto, tennis, sono presenti palestre e centri fitness, pareti per l’arrampicata, campi di hockey su ghiaccio. Nel molo 62, inoltre, si trovano i Silver Screen Studios, teatri di posa utilizzati per serie televisive come “Law & Order,” e film internazionali.

CURIOSITA’ DEI CHELSEA PIERS

Il molo 59 avrebbe dovuto essere il luogo di attracco del famoso transatlantico Titanic, ora ospita fra l’altro un golf club.

I superstiti di quella tragedia, tratti in salvo dalla nave Capathia, sbarcarono invece al molo 54. Questo pier fu smantellato nel 2018, ma si intravedono ancora i pali conficcati nell’acqua.

Nelle sue immediate vicinanze, è sorta ora la nuova Little Island, dall’architettura futuristica. Le coppe in cemento di varie altezze contengono infatti questo giardino panoramico, con sentieri e varie attrazioni.

Little Island cosa vedere a New York
Vista panoramica su Little Island

CHELSEA MARKET

Il Chelsea Market è probabilmente il luogo più famoso del quartiere di Chelsea. Si trova Situato all’interno della ex stabilimento alimentare, che produceva anche i biscotti Oreo, tuttora in commercio.

Chelsea Market a New York cosa vedere
Edificio del Chelsea Market

L’ambientazione interna è di tipo industriale, con grandi lampade in alluminio, vecchie pavimentazioni con listoni di legno e muri grezzi.

Chelsea Market cosa vedere a New York una settimana
Interno del Chelsea Market

Questo è il luogo ideale dove gustare cibi internazionali e girovagare nei negozi di artigianato e visitare mostre di artisti. I piani superiori trovano spazio studi televisivi come quello di Food Network.

Chelsea Market cosa vedere New York in una settimana
Chelsea Market ristoranti

Altri vecchi magazzini di questa parte di Chelsea sono diventati le sedi società internazionali, fra cui lo store di Google, oppure gallerie di designer e rinomate gastronomie.

Un altro mercatino delle pulci molto particolare è il Chelsea Flea, che si svolge nel fine settimana sulla 25th street, fra la Quinta e Sesta Avenue.

MUSEI E HIGH LINE

Il Rubin Museum of Art è un museo dedicato all’arte himalayana e del Tibet, che occupa un edificio ristrutturato, ma ha mantenuto all’interno una bellissima scala a spirale. Nel vicino Meatpacking District si trova anche il nuovo e moderno Whitney Museum progettato da Renzo Piano.

Whitney Museum cosa vedere a New York
Whitney Museum e High Line nel Meatpacking District

A fianco, comincia poi la suggestiva High Line, che regala viste panoramiche davvero uniche su Chelsea, e termina poi nello scintillante Hudson Yards

New York in una settimana cosa vedere!!

Quanto costa andare a New York!!

Cinque giorni nella Grande Mela!!

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!