HomePost ViaggiDAMNOEN SADUAK COSA VEDERE

DAMNOEN SADUAK COSA VEDERE

DAMNOEN SADUAK COSA VEDERE

Damnoen Saduak, guida e consigli su cosa vedere, cosa fare, dove andare, itinerario di viaggio on the road in Thailandia

UNDICESIMO GIORNO IN THAILANDIA  340 KM

MERCATI GALLEGGIANTI DI DAMNOEN SADUAK

Dopo il lungo trasferimento del giorno precedente fino a Cha Am, siamo ripartiti per raggiungere i mercati galleggianti di Damnoen Saduak, a circa un centinaio di km da Bangkok. Essendo molto popolari e affollati, specie di turisti, ci siamo alzati molto presto per vederli più comodamente e “naturali”

Entrata al mercato di Damnoen Saduak
Entrata al mercato di Damnoen Saduak

Al nostro arrivo, infatti, non abbiamo trovato ressa e ci siamo goduti con calma i colori e gli odori di frutta, verdura e cibi cucinati sul momento anche direttamente sulle long-tail boats. Si tratta di tipiche  imbarcazioni thailandesi, guidate perlopiù da donne con il cappello intrecciato con foglie di banano.

Venditori sulle long-tail boats
Venditori sulle long-tail boats

Le barche possono essere sia a remi che a motore ed espongono meticolosamente la merce in vendita. E’ divertente guardare anche come queste persone si destreggiano mentre cucinano a bordo stando comodamente sedute.

Il Canale è stato costruito verso il 1866, durante il regno di Rama IV, unendo vari corsi d’acqua per 32 km e permettere ai contadini di irrigare i campi.Successivamente, è diventato famoso per il mercato colorato, che comunque non è solo per i turisti, ma anche per i thailandesi stessi.

Damnoen Saduak canali del mercato galleggiante
Damnoen Saduak canali del mercato galleggiante

Vi si vende di tutto, dalla frutta e verdura, carne pesce, cibi cotti, abbigliamento e artigianato. Naturalmente è possibile effettuare anche dei  giri nei canali con le barche tipiche. Lungo i canali si trovano invece le loro abitazioni in legno con molte bancarelle.

VERSO KANCHANABURI

Dirigendoci a Kanchanaburi, verso il confine con il Myanmar, abbiamo visitato i due templi di    Wat Tham Sua e Wat Tham Khao Noi dagli stili differenti.

Wat Tham Suea tempio verso Kanchanaburi
Wat Tham Suea tempio verso Kanchanaburi

Nel tempio di Wat Tham Sua, “Tempio della grotta della tigre” (lo stesso nome di quello di Krabi) troneggia la grande statua del Buddha alta 18 metri, costruita nel 1973.

Panorama dal tempio cinese Wat Tham Khao Noi
Panorama dal tempio cinese Wat Tham Khao Noi

E’ possibile raggiungere il tempio con una ripida scalinata di 157 gradini o con un mezzo che sale la collina. Dalla cima, si ammira una splendida vista sui campi di riso allagati dalle acque del fiume Mae Klong River.

Risaie di Kanchanaburi
Risaie di Kanchanaburi

Il vicino Wat Tham Khao Noi ossia “Tempio della piccola montagna” si caratterizza invece per la presenza della bellissima pagoda cinese, dove si sale fino in alto con una scala a chiocciola, per avere altri splendidi punti panoramici fino alle montagne in lontananza.

Pagoda cinese di Wat Tham Khao Noi
Pagoda cinese di Wat Tham Khao Noi

Questa è senza dubbio una tappa da fare quando ci si dirige a Kanchanaburi, come abbiamo fatto noi.

continua il viaggio in Thailandia!!

Thailandia on the road!!

Bangkok cosa vedere in tre giorni!!

Gallery Thailandia!!

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!