HomePost ViaggiLOPBURI COSA VEDERE THAILANDIA

LOPBURI COSA VEDERE THAILANDIA

LOPBURI COSA VEDERE THAILANDIA

Lopburi cosa vedere, dove andare, cosa fare, itinerario di viaggio on the road in Thailandia…

DODICESIMO GIORNO IN THAILANDIA      270 KM

Lasciato Kanchanaburi di primo mattino, con il famoso ponte sul fiume Kwai, e visitato le cascate del parco nazionale di Erawan, eccoci diretti a Lopburi.

Questa destinazione, a nord di Bangkok, è stata la storica capitale estiva thailandese, ma è famosa soprattutto per le migliaia di macachi, che scorrazzano liberamente per la cittadina…

Scimmiette in attesa a Lopburi
Scimmiette in attesa a Lopburi

STORIA DI LOPBURI

L’antico nome di Lopburi era Lavo, che il popolo Mon, proveniente dalla Cina occidentale, fondò fra il V e VII secolo d.C. e popolò anche la valle del Chao Phraya, il fiume che sfocia a Bangkok.

Nel X secolo l’impero Khmer occupò l’area, e vi rimase per tre secoli, imponendo anche la sua architettura, con i tipici prang dei templi.

Prang dei templi thailandesi a Lopburi
Prang dei templi thailandesi a Lopburi

Nel 1350, sorse il regno di Ayutthaya, e con il sovrano Narai, che governò dal 1656 a 1688, la città prese il nome di Lopburi. Per motivi strategici, divenne la capitale estiva del regno, per cui costruirono il palazzo reale. I templi khmer si trasformarono in templi buddhisti, e molti edifici presero alcuni tratti  architettonici occidentali.

Il re Mongkut, conosciuto come Rama IV, nel XIX secolo operò la grande ristrutturazione che ha permesso il mantenimento dei principali edifici storici.

SCIMMIETTE MACACHI DI LOPBURI

La città di Lopburi è conosciuta turisticamente soprattutto per la massiccia presenza di scimmiette o macachi, che scorrazzano beatamente ovunque…

Questi “simpatici” animaletti si possono vedere penzolare dai fili elettrici, sui muri e i tetti degli edifici, hanno colonizzato i templi, alcuni più di altri. Insomma vagano in giro indisturbate, con tutto il rispetto degli abitanti, che vedono in loro la reincarnazione della divinità induista Kala.

Agguato dei macachi di Lopburi
Agguato dei macachi di Lopburi

Questo è il motivo per cui portano continuamente cibo, soprattutto frutta, senza contare che esiste addirittura il Monkey Hospital, per curarle e rimetterle in libertà.

COSA VEDERE A LOPBURI

Lopburi è posizionata in mezzo alle pianure thailandesi, a 150 km a nord della capitale, e oltre ai macachi offre molte interessanti attrazioni turistiche da scoprire.

PHRA PRANG SAM YOT

Uno dei luoghi più affollati di macachi è il Phra Prang Sam Yot, simbolo di Lopburi, situato proprio a un incrocio, vicino ai binari della ferrovia. Risalente al XII secolo, questo tempio si riconosce facilmente per le  tre torri prang, che rappresentavano in origine le tre divinità indù, Brahma, Vishnù e Shiva. Con i regno di Ayutthaya, vi sistemarono statue di Buddha, ora tuttavia si presenta spoglio.

Entrata al Phra Prang Sam Yot di Lopburi
Entrata al Phra Prang Sam Yot di Lopburi

Circondato da una cancellata, è possibile entrare nel parco e nel corridoio centrale con le tre torri vuote. Ovunque ci sono assembramenti di scimmiette, in costante attesa di cibo, o qualsiasi altro oggetto che riescono a recuperare furtivamente. Occorre, quindi, restare all’erta, ma è comunque possibile dare loro da mangiare….date le numerose bancarelle.

Phra Prang Sam Yot di Lopburi
Phra Prang Sam Yot di Lopburi

Grande è il rispetto degli abitanti verso le scimmiete, tanto che fra novembre e dicembre, si tiene il Monkey Buffet, con l’allestimento di un enorme banchetto, che i macachi attendono con trepidazione.

SAN PHRA KAN

Oltre la ferrovia, in mezzo a una rotonda verdeggiante e su una collinetta, si trova il tempio di San Phra Kan, dedicato alle scimmiette. Sorto sulle rovine di un edificio khmer, ospita la statua di Vishnu, e in mezzo agli alberi, è posizionata una vasca circolare dove si rinfrescano questi animali.

San Phra Kan a Lopburi
San Phra Kan a Lopburi

Di fianco, si trova anche il Wat Nakhon Rosa un altro tempio sorto su rovine khmer fra cui un grande chedi in mattoni.

PRANG KAHEK

Il Phang Kaek edificato nell’XI secolo in onore della divinità induista Shiva, è uno dei monumenti più antichi di Lopburi, e si trova in un’area verde in mezzo alla strada. I giardini fioriti e ben curati ospitano eventi e feste, ma è molto animato per la presenza del vicino mercato centrale, ristoranti e localini pubblici.

Prang Khaek a Lopburi
Prang Khaek a Lopburi

BAN CHAO VICHAYEN

Il palazzo in rovina in stile siamese mostra anche linee europee, questo perchè il re Narai lo costruì per ospitare diplomatici stranieri. In particolar modo, vi dimorò il consigliere Phaulkon, di origini greche, e poi l’ambasciatore francese Alexandre Chevalier De Chaumont e varie delegazioni europee. Di notte è ben illuminato e si presta come location di manifestazioni culturali.

Ban Chao Vichayen a Lopburi
Ban Chao Vichayen a Lopburi

WAT SAO THONG THONG

Questo tempio lo costruì Narai per coloro che professavano altre religioni, fra cui i cattolici e per questo presenta finestre gotiche, ma anche musulmani. Il tempio è tuttora utilizzato, contrariamente ad altri, e ospita un grande Buddha dorato, alto oltre tre metri. Il suo aspetto è quello di un classico tempio thailandese con pareti e un grande stupa bianco.

Buddha dorato del Wat Sao Thong Thong
Buddha dorato del Wat Sao Thong Thong

PHRA NARAI RATCHANIVET

Il palazzo del re Narai, edificato nel XVII secolo, come residenza estiva, ospita ora un museo immerso nei giardini curati. Circondato da mura con ampie porte, che conducono nei vari cortili con viali alberati e rovine di antichi padiglioni, distrutti dai birmani nel 1769. Restaurato dal re Rama VI, il museo comprende collezioni di mobili, sculture e oggetti.

Lopburi
Lopburi

Il Dusit Sawan Thanya Maha Prasat è la sala delle udienze, utilizzata dal re Narai per accogliere gli ambasciatori stranieri, mostra quindi una commistione di stili thai e occidentali.

WAT PHRASI RATTANA MAHATHAT

Questo tempio, situato di fronte alla stazione dei treni, risale al XIII secolo e si presenta in stile khmer con influenze dell’impero di Ayutthaya, con prang e stupe.

STATUA NARAI VI

Nella parte moderna di Lopburi, al centro di una grande rotonda costellata di sculturre, aree verdi si trova la grande statua del re Narai. Questo è il centro dei festeggiamenti in onore di questo sovrano, che si tengono a febbraio, che includono spettacoli, eventi e mercatini di street food thai. In quell’occasione si possono vedere anche rappresentazioni teatrali dove i protagonisti sono travestiti da scimmie.

FUORI DAL CENTRO DI LOPBURI

Leggermente fuori dal centro storico, si possono vedere altri templi come il Wat Mani Chon Khan, accanto al Phra Wiham Koh Kaeo Luang Por Saeng, affacciati sul fiume con le loro svettanti costruzioni bianche.

Sui rilievi, in mezzo alla pianura alluvionale, ci sono infiniti luoghi di culto. In particolare, si trova il tempio dei pavoni, Wat Khao Chin Lae, con la scalinata di 400 gradini, che si innerpica sulla collina, dalla quale si ammirare il panorama e anche il grande Buddha bianco.

A poca distanza, si raggiunge anche il Sub Lek Reservoir, un lago artificiale dove agli abitanti locale piace rilassarsi sulle tipiche capanne palaffitte, circondate da ristoranti e bancarelle di street food.

Il wat Khao Wong Phrachan è molto importante, poichè custodisce il dente di Buddha e una delle sue orme. Situato su una collina, per raggiungerlo si devono salire 3790 gradini su una distanza di oltre un km e mezzo, in mezzo alla vegetazione.

Impronta dorata del Buddha
Impronta del Buddha

In questo caso, noi ci siamo fermati a visitare il Wat Phra Phutthabat Ratchaworamahawihan, in un clima torrido. Anche qui è esposta un’impronta del grande Buddha. Per raggiungerla, però, abbiamo percorso una lunga scalinata bianca con decorazioni di teste di serpente Naga….

Wat Phra Phutthabat Ratchaworamahawihan
Wat Phra Phutthabat Ratchaworamahawihan

LA NOSTRA VISITA A LOPBURI

Parcheggiato l’auto nei pressi della ferrovia, abbiamo girato sempre a piedi, raggiungengo facilmente tutte le principali attrazioni turististiche del centro storico.

Al mercato ci siamo sbizzarriti ad assaggiare classici cibi di street food thailandese, fra cui spiedini e fritture varie….

Street food thaiandese
Street food thailandese

In Thailandia, durante il nostro viaggio, ci è capitato spesso di ordinare bibite servite direttamente nei sacchetti trasparenti con cannucce, senza consegnarci quindi lattine o bottiglie.

Con il caldo pazzesco che c’era, eravamo quindi perennemente in giro con borse contenenti liquami colorati vari….

Ripresa la strada per Ayutthaya, ci siamo ritrovati in mezzo a coltivazioni di frutta, palme e risaie…

continua il viaggio in Thailandia!!

Thailandia on the road!!

Bangkok cosa vedere tre giorni!!

Gallery Thailandia!!

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!