HomePost ViaggiCODY COSA VEDERE WYOMING

CODY COSA VEDERE WYOMING

CODY COSA VEDERE WYOMING

Cody cosa vedere in Wyoming in un viaggio on the road negli Stati Uniti Occidentali…

LA STORIA DI CODY

La cittadina di Cody la fondò Buffalo Bill, nel 1895, quando intuì le sue potenzialità commerciali, date dalle terre fertili e dalla vicinanza dello Yellowstone national park.

Egli conobbe la regione vent’anni prima, per cui, quando decise di stabilirvisi, fu consapevole, che sarebbe diventata presto famosa, grazie alle sue personali prodezze, compiute in giro per il mondo.

L’idea era trasformare la zona in un‘attrazione turistica, per coloro che si dirigevano nel grande Yellowstone Park.

A tal fine, sorsero alberghi e ristoranti, fra cui il più famoso Irma Hotel, che prese il nome da quello della figlia. Ancora oggi questo locale è un punto focale di Cody.

Creò, inoltre, un grande ranch, nel quale pascolavano enormi mandrie, e i turisti potessero sperimentare la vita dei cowboys.

Cody via centrale
Cody via centrale

BUFFALO BILL

William Frederick Cody, conosciuto come Buffalo Bill, partecipò alla guerra di secessione americana nel 1863. In seguito, si occupò della caccia ai bisonti, da qui il suo sopranome “Buffalo Bill”. La carne serviva a  rifocillare gli operai, che stavano costruendo la Union Pacific Railroad, la ferrovia che doveva collegare New York a San Francisco.

Grazie alla sua vita movimentata e avventurosa e le guerre contro agli indiani, uno scrittore iniziò a narrare le sue imprese. Ben presto, i racconti si trasformarono in spettacoli teatrali, ai quali lui stesso partecipò, diventando una star acclamata.

Nel 1883, Buffalo Bill creò il “Wild West Show” e per ben vent’anni, si esibì in tutto il mondo, Italia compresa. In questi spettacoli, lavorarono cowboys veri, ma anche indiani come Toro Seduto, o pistoleri del calibro di Calamity Jane.

Nei decenni successivi, gli furono dedicati anche numerose pellicole hollywoodiane, come “Buffalo Bill e gli indiani” di Robert Altman del 1976, interpretato da Paul Newman.

Irma hotel e ristorante Cody
Irma hotel e ristorante Cody

IDEALI DI BUFFALO BILL

Buffalo Bill fu un personaggio molto discusso e con una vita movimentata. Nonostante tutto, fu rispettoso degli indiani e della loro  cultura, e lottò spesso per i loro diritti.

Sebbene compì una strage di bisonti, per la quale è soprattutto conosciuto (pare che ne abbia uccisi oltre 4000), con il passare del tempo, cercò di promuovere anche l’idea di una caccia stagionale, per salvaguardare questi animali dall’estinzione.

 

OLD TRAIL TOWN A CODY

La Old Trail Town di Cody è un insieme di vecchi edifici western, provenienti dal Montana e dal Wyoming.

Queste strutture sono state smontate e spostate, proprio per ricreare una caratteristica cittadina di frontiera. In molti edifici è possibile entrare e immaginare di trovarsi nel lontano far west.

Racconti e storie di personaggi completano la visita, mentre mobili, oggetti, lapidi ne ricordano le loro imprese memorabili.

Fra i principali edifici si possono vedere:

  • Il General Store, che è poi anche l’entrata del sito.
  • Curley’s Cabin il capanno dove ha vissuto il giovane Curley, un indiano, che ha aiutato il generale Custer nella battaglia di Little Bighorn.
  • Monument Hill Homestead Cabin il capanno dei coloni su Monument Hill.
  • Bonanza Post Office.
  • Mud Spring Cabin, l’edificio usato da Kid Curry e Sundance Kid per nascondersi prima di assaltare la banca di Red Lodge nel Montana.
  • Livery Barn una stalla del 1890.
  • La casa del primo sindaco di Cody del 1897.
  • Il capanno del fabbro.
  • Il Burlington Store, uno spaccio del 1897.
  • Il River’s Saloon del 1888 frequentato da cowboys, pistoleri, minatori. Ancora oggi si possono vedere i fori di proiettili nella porta.
  • Il Taggart carpenter shop, la falegnameria di un mormone del 1901.
  • The Morrison Cabin, è stata la prima casa di allevatori di pecore nel Wyoming.
  • Hole in the Wall Cabin è stato il primo posto dove Butch Cassidy, Sundance Kid e altri fuorilegge si incontravano.

BUFFALO BILL CENTER OF THE WEST

Per conoscere meglio la storia di Cody e soprattutto di Buffalo Bill, la cosa migliore è recarsi al Buffalo Bill Center of the West, un centro culturale composto da cinque musei.

Buffalo Bill Museum a Cody
Buffalo Bill Museum a Cody

Il centro è uno dei più vecchi e completi riguardanti il West ed è affiliato allo Smithsonian Institution di Washington, e spesso materiale informativo e oggetti vengono ceduti per delle mostre.

Buffalo Bill Center of the West
Buffalo Bill Center of the West

BUFFALO BILL MUSEUM

Il museo è focalizzato sui diversi aspetti della vita di Buffalo Bill, quando era militare, una guida per l’esercito, un cacciatore di bisonti fino a trasformarsi in un famoso  uomo di spettacolo e imprenditore.

Icona western per eccellenza, in un periodo nel quale i mezzi di informazione non erano certamente all’avanguardia come oggi, riuscendo a far conoscere se’ stesso e la storia del west in tutto il mondo.

CODY FIREARMS MUSEUM

Il museo accoglie una delle più ricche collezioni di armi americane del mondo, dove si ha modo di conoscere l’evoluzione tecnologica nel corso degli anni. Una collezione d’arte completa la visita con quadri, calendari e memorabilia varia.

DRAPER NATURAL HISTORY MUSEUM

Il grande museo su più piani è incentrato sull’ecologia e la storia naturale dello Yellowstone National Park. Utile da visitare specialmente prima di recarsi nel grande parco del Wyoming.

Consigli e regole di comportamento, qualora ci si dovesse imbattere ad esempio con un orso grizzly, ma anche molte altre curiosità e notizie.

PLAINS INDIAN MUSEUM

Interamente dedicato agli indiani, alle loro usanze, conoscenze, valori, storie. Mostre di oggetti artigianali, costumi, spiegano il passato, il presente e il futuro delle tribù indiane delle grandi pianure.

WHITNEY WESTERN ART MUSEUM

Lo scopo del museo è regalare un’esperienza dello spirito dell’America del West attraverso quadri e sculture. La storia del museo è iniziata con la grande scultura equestre di  “Buffalo Bill – lo scout”, alla quale si sono via via aggiunte altre, che si trovano anche nel giardino all’esterno.

HAROLD MC CRACKEN RESEARCH LIBRARY

La grande biblioteca raccoglie oltre 30.000 libri e mezzo milione di fotografie relative al west americano, oltre a manoscritti originali. E’ possibile accedervi e consultare molto materiale, ma per alcune opere è necessario farne espressa richiesta e seguire determinate procedure.

CODY GUNFIGHTERS SHOW

Si tratta di uno show, completamente gratuito, che viene proposto da giugno a settembre ogni sera alle  sei, dal lunedì al sabato. Dei simpatici attori, che impersonano Buffalo Bill, Calamity Jane, Butch Cassidy e altri personaggi storici, intrattengono il pubblico con scenette e sparatoie.

Divertente soprattutto per i bambini, grazie al rumore assordante delle finte pallottole e ai costumi. Si tratta di un’attrazione turistica, quindi non ci si deve aspettare grandi cose…ma è comunque un’esperienza da provare a Cody….

Cody spettacolo dei cowboy
Cody spettacolo dei cowboy

 

STAMPEDE RODEO DI CODY

Cody è la capitale del rodeo nello stato del Wyoming. Fin dall’inizio del 1919, in occasione dei festeggiamenti del 4 luglio, parate e rodei si tengono a Cody regolarmente. Il Cody Stampede Rodeo è famoso soprattutto perchè gli spettacoli notturni.

STORIA DEL RODEO

La storia del rodeo a Cody è iniziata con Buffalo Bill e il suo Wild West Show. Egli capì che il pubblico era affascinato dalla vita del west, e per questo sentì la necessità di preservare questo lifestyle, consapevole che i tempi stavano cambiando.

Alcune prove del Wild West Show si tennero anche nell’attuale parcheggio adiacente all’hotel Irma, sebbene lo spettacolo vero e proprio non ebbe mai luogo a Cody.

Fu solamente nel 1913, quando lo spettacolò cessò di essere rappresentato, che Buffalo Bill organizzò un rodeo a Cody in onore del principe di Monaco.

Quando Buffalo Bill morì nel 1917, un residente di Cody, Clarence Williams, ed ex cowboy, propose di organizzare un rodeo in memoria di Buffalo Bill e del wild west.

Pensò che la data ideale fosse dal 23 al 25 giugno del 1919. In quel periodo, infatti, innaugurarono l’East Gate, il nuovo accesso allo Yellowstone Park.

Dall’anno successivo, l’evento venne spostato al 4 luglio, accompagnato da balli e feste senza dimenticare il gioco d’azzardo. Da allora è diventata una manifestazione simbolo della città di Cody, dove cowboy da tutti gli Stati Uniti vengono a cimentarsi nelle loro specialità.

 

BUFFALO BILL CODY SCENIC BYWAY

Dopo una buona notte di sonno, come sempre, molto presto ci siamo organizzati per metterci on the road direzione Yellowstone National Park.

Lasciando Cody, abbiamo imboccato la Buffalo Bill Cody Scenic Byway, una bella strada panoramica con pinnaccoli rocciosi in mezzo alle montagne. Costeggiato lo Shoshone River, siamo arrivati nel Buffalo Bill State Park caratterizzato dal Buffalo Bill Reservoir, un bacino artificiale, sorto in seguito alla costruzione dell’omonima diga.

La Buffalo Bill Dam, costruita nel 1910, è stata una delle prime dighe ad arco in cemento degli Stati Uniti e la più alta del tempo.

Il visitor center è raggiungibile con una navetta dal parcheggio, sulla strada principale. Un filmato racconta la storia della diga e dei cambiamenti paesaggistici che sono avvenuti. Si ha inoltre l’occasione di scoprire la flora e la fauna presente nell’area e molte altre curiosità.

SMITH MANSION

Proseguendo sulla Buffalo Bill Scenic Byway, nella località di Wapiti, è possibile scorgere già dalla strada, una strana struttura in legno posta sulla collina.

Wyoming Smith Mansion
Wyoming Smith Mansion

La bizzarra costruzione, vanta diverse leggende, alcuni sostengono che la Smith Mansion si trovi sopra una miniera, altri che fosse stata edificata da un pazzoide o che sia uno strano scherzo.

In realtà è stata ideata da un uomo che non riusciva a smettere di ampliarla. L’abitazione originale di Lee Smith, un ingegnere e architetto, era una classica casa adagiata sulla collina.

In seguito, cominciò ad ingrandirla con vari terrazzamenti. Non contento, e forse anche dal fatto che nel frattempo la moglie lo aveva lasciato, cominciò a sbizzarrirsi sempre più anche in altezza, aggiungendo scale e altre strutture.

Purtroppo, nel 1992, Lee Smith cadde e morì proprio mentre stava lavorando alla sua opera, e per molti anni rimase disabitata e soggetta alle intemperie e ai vandali. Leggende di fantasmi e maledizioni hanno alimentato il suo mito e negli ultimi anni la figlia ha deciso di raccogliere fondi per ristrutturarla e venderla al migliore offerente…

 

Viaggio on the road negli Stati Uniti occidentali!!

 

Gallery Stati Uniti Occidentali!!

 

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!