HomeMondo postStati Uniti postNATIONAL PORTRAIT GALLERY WASHINGTON COSA VEDERE

NATIONAL PORTRAIT GALLERY WASHINGTON COSA VEDERE

NATIONAL PORTRAIT GALLERY WASHINGTON COSA VEDERE

National Portrait Gallery fa parte dello Smithsonian Institution di Washington, e come per gli altri musei, l’ingresso è gratuito.

STORIA DEL NATIONAL PORTRAIT GALLERY WASHINGTON

La Galleria Nazionale dei Ritratti di Washington aprì nel 1968, ma l’idea sorse già in epoche precedenti.

Il progetto prese forma quando uno dei filantropi americani visitò la National Portrait Gallery di Londra, nel 1866. Fino ad allora, infatti, esisteva solamente una collezione di ritratti, realizzati dal soldato pittore Charles Wilson Peale, che fondò poi l’Accademia di belle Arti della Pennsylvania.

Il progetto della galleria prese il via commissionando e acquisendo ritratti dei capi di stato mondiali, coinvolti nella Prima Guerra Mondiale, esposti nell’allora sede del Museo di storia naturale.

Il primo importante nucleo delle collezioni dei ritratti si deve però all’industriale e collezionista Andrew Mellon. Nel 1937 donò infatti le sue raccolte artistiche, che contribuirono all’apertura della National Gallery of Art e della National Portrait Gallery. In seguito, si aggiunsero numerosi capolavori di altri benefattori, che sovvenzionarono anche il restauro dell’edificio.

La prima mostra dei ritratti si tenne nel 1965, in quello che era l’Arts and Industries Building. La sede dell’attuale Galleria dei Ritratti occupa uno degli edifici più antichi di Washington.

National Portrait Gallery Washington cosa vedere
Mezzanino della galleria dei ritratti

Durante la Guerra Civile, questa costruzione ospitò anche un Ospedale, per poi diventare il vecchio Ufficio delle Patenti. A causa del suo cattivo stato di conservazione, l’edificio rischiò seriamente la demolizione, ma nel 1968 lo acquisirono per trasformarlo in questo museo.

ARCHITETTURA DELLA NATIONAL PORTRAIT GALLERY WASHINGTON

L’Old Patent Office Building fu costruito fra il 1836 e 1867 in stile neoclassico, con facciate in marmo e arenaria e imponenti porticati al centro, sullo stile del Partenone di Atene.

National Portrait Gallery Washington cosa vedere
Statua della Libertà nella galleria dei ritratti

Nel corso del tempo, l’edificio è stato più volte restaurato, e nei primi anni del 2000, sopra la corte interna è stata aggiunta una moderna copertura in vetro ondulato, sostenuta da otto pilastri rivestiti di alluminio. A realizzare questa opera architettonica è stato lo studio londinese di Norman Foster.

National Portrait Gallery Washington cosa vedere
Corte interna della galleria dei ritratti

Nell’area ricreativa sottostante sono presenti una caffetteria, piante, panchine marmoree e quattro vasche rettangolari con acqua bassa. Questo spazio ospita numerosi eventi e manifestazioni culturali, con proiezioni scenografiche sui muri e sulla vetrata.

COSA VEDERE NELLA NATIONAL PORTRAIT GALLERY

La Galleria dei ritratti comprende raccolte di dipinti, sculture, oggetti e cimeli, che narrano la storia e l’evoluzione della società americana.

Dopo la Casa Bianca, questa galleria possiede la più vasta raccolta di ritratti dei Presidenti Americani.

Inizialmente, le collezioni si concentravano principalmente su disegni, dipinti e sculture di importanti personaggi. In seguito, si è dato spazio anche a forme artistiche più moderne, come la fotografia e filmati di ultima generazione.

National Portrait Gallery Washington cosa vedere
Sculture e dipinti della galleria dei ritratti

I primi ritratti di importanti personaggi riguardarono uomini che contribuirono allo sviluppo degli Stati Uniti, soprattutto in ambito politico. Successivamente, si sono aggiunte opere riguardanti donne, attivisti, sportivi, attori, artisti, scrittori, poeti, comunque persone che hanno lasciato un segno nella storia degli Stati Uniti.

Inizialmente, per essere esposti in questa galleria, i personaggi dovevano essere morti almeno da dieci anni, poi le cose sono cambiate, come è possibile vedere.

Oltre a mostre permanenti si svolgono quelle temporanee, e anche esposizioni tematiche e concorsi triennali, che incrementano le collezioni. Dal 1990, inoltre, la galleria ha iniziato lei stessa a commissionare ritratti specifici.

PERCORSO ESPOSITIVO DELLA NATIONAL PORTRAIT GALLERY

Il percorso di visita della Galleria dei Ritratti è organizzato cronologicamente. Le sue collezioni coprono una periodo di tempo compreso, fra il 1600 e i giorni nostri.

National Portrait Gallery Washington cosa vedere
Dipinto della National Portrait Gallery

La Galleria si struttura su quattro piani, lunghe gallerie e sale espositive tematiche. Sono dedicate a tutti i presidenti americani, alle first ladies, icone sportive e dell’intrattenimento americane, ci sono opere impressioniste, moderne, folk.

National Portrait Gallery Washington cosa vedere
Edward Hopper Cape Cod Morning

Fra i pezzi più importanti si trova il “Lansdowne Portrait” realizzato nel 1796 da Gilbert Stuart, che riproduce George Washington con le misure reali.

Il “cracket plate” è invece la stampa originale del ritratto di Abraham Lincoln, che Alexander Gardner fece il 5 febbraio 1865. Questo fu l’ultimo ritratto di questo presidente prima fatto prima della sua uccisione avvenuta in aprile. Il negativo fu poi scartato perchè si ruppe.

Attorno al museo sono inoltre dislocate varie sculture moderne, mentre di fronte si trova la Capitol Arena, che ospita incontri sportivi e grandi concerti musicali.

Quartieri di Washington dove andare!!

Zoo di Washington cosa vedere!!

Georgetown quartiere alternativo di Washington!!

Museo di Storia e Cultura Afroamericana!!

Museo Storia Americana di Washington!!

National Gallery of Art di Washington!!

Tidal Basin e memoriali di Washington!!

Museo di storia naturale di Washington!!

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!