HomeEuropa postMalta postLA VALLETTA COSA VEDERE MALTA

LA VALLETTA COSA VEDERE MALTA

LA VALLETTA COSA VEDERE MALTA

La Valletta, la capitale dell’arcipelago maltese, è posizionata su uno scenografico promontorio roccioso. Scopriamo la sua storia e cosa vedere in uno, due o tre giorni.

La penisola sulla quale sorge la città si trova a sua volta in mezzo a due baie sulla costa settentrionale dell’isola.

Il nucleo storico si caratterizza per le varie fortificazioni che la circondano, erette soprattutto all’epoca dei Cavalieri di Malta. Il nome della città deriva, infatti, da quello del Gran Maestro dei cavalieri, Jean de la Valette.

La Valletta cosa vedere Malta
La Valletta vista panoramica sulle strade e i tetti

STORIA DELLA VALLETTA

La storia della Valletta inizia con i Cavalieri Ospitalieri, fuggiti da Rodi per l’avanzata degli Ottomani. Al momento del loro insediamento, sul territorio dell’attuale Valletta non esisteva ancora nulla. La prima struttura che innalzarono fu la torre di avvistamento, nel punto in cui si trova ora il Forte Sant’Elmo.

In seguito al Grande Assedio del 1565, ad opera degli Ottomani, che furono poi sconfitti, il Gran Maestro Jean de la Villette decise di costruire una città fortificata, eletta poi capitale dello stato nel 1571.

Forte Sant'Elmo cosa vedere alla Valletta
Entrata del Forte Sant’Elmo

Il dominio dei Cavalieri di Malta terminò, nel 1798, quando arrivarono i francesi guidati da Napoleone. Il loro dominio durò poco, poichè i maltesi si ribellarono appoggiati dal Regno di Sicilia e del Regno Unito. L’arcipelago maltese divenne, quindi, un protettorato inglese e poi parte dell’Impero britannico nel 1814.

Nei primi decenni del Novecento, i maltesi cominciarono a manifestare la volontà di annettersi al Regno d’Italia, che allora era fascista.

INDIPENDENZA DI MALTA

Il Regno Unito smorzò ogni tentativo di rivolta e impose ai maltesi la lingua inglese, vietando così l’italiano, molto in voga fino ad allora. Nonostante tutto, a Malta oltre metà degli abitanti parla e comprende l’italiano, sebbene lo considerino più che altro un dialetto.

Tornando all’indipendenza maltese, tale procedimento cominciò a prendere forma nel 1964, quando si trasformò dapprima in uno stato membro del Commonwealth.

La Valletta cosa vedere Malta
Piazza della Repubblica della Valletta

In questo ambito, Malta era ancora governata dalla regina inglese, tramite un governatore locale. La vera svolta avvenne nel 1974, quando proclamarono la Repubblica di Malta con l’elezione di un proprio Presidente.

STRUTTURA DELLA VALLETTA

La capitale maltese è sorta quindi come città fortificata, e diverse sono quindi le mura che la circondano. Le strade sono disposte a scacchiera, con molte piazze e slarghi pittoreschi, inoltre non è pianeggiante, molti sono infatti i saliscendi fra i vari quartieri.

Prima di entrare nella cuore storico della Valletta, si incontra St. Publius Square con la relativa chiesa. Seguendo i Maglio Gardens, disseminati di statue e monumenti, si giunte alla Fontana del Tritone, posizionata in mezzo a una grande rotonda.

La Valletta cosa vedere Malta
Fontana del Tritone della Valletta

HASTINGS GARDENS LA VALLETTA

Superate le possenti mura della Valletta, con la maestosa Porta Reale, è possibile raggiungere gli Hastings Gardens. Questi giardini si sviluppano sul bastione di San Giovanni, con vari monumenti, fra cui quello del governatore di Malta Francesco Hastings.

La Valletta cosa vedere Malta
Vista panoramica dagli Upper Barrakka Gardens

Il panorama dalle fortificazioni abbraccia tutta la baia di Marsamuscetto o Marsamxett, varie insenature, porti, le città di Floriana e Sliema, e l’isola di Manoel con un grande forte…..La Valletta è praticamente formata da forti e baluardi.

ARCHITETTURA DELLA VALLETTA

L’architettura della Valletta presenta diversi stili architettonici, dal neoclassico, al barocco e moderno. Molto caratteristici sono i balconi in legno, dipinti di mille colori, primo fra tutti il verde.

La Valletta cosa vedere Malta
Tipiche verande in legno colorate della Valletta

Probabilmente, furono gli arabi a introdurre questo tipo di struttura. I successori li mantennero ben volentieri, modificandoli a loro piacimento. Sono quindi molto scenografici da vedere, soprattutto quelli affacciati sulle strade in discesa…

Passeggiando sui bastioni della Valletta, fiancheggiati da splendidi palazzi antichi e balconate colorate, si scorgono suggestivi e pittoreschi angoli.

Per un momento, si ha come l’impressione di trovarsi in Inghilterra, vista la presenza di scenografiche cabine telefoniche rosse…come accade anche a Gibilterra.

FORTE SANT’ELMO LA VALLETTA COSA VEDERE

La punta della penisola della Valletta termina con il Bastione Vendome e il Forte Sant’Elmo, che fu di vitale importanza durante il Grande Assedio di Malta del 1565.

Oltrepassata la Porta del Soccorso, sormontata da stemmi e da un grande occhio…si accede anche al Museo Nazionale della Guerra. Racconta la storia di Malta e dei popoli che l’hanno abitata, con particolare attenzione ai fatti accaduti durante la seconda guerra mondiale.

Dai camminamenti e le mura di cinta la vista abbraccia entrambe le baie della Valletta, dove sono posizionate su tutta la costa massicce fortificazioni.

LOWER BARRAKKA GARDENS

Sempre costeggiando il mare, si giunge all’Harbour Bay, la baia con il porto grande della Valletta.

Superato il villaggio dei pescatori, ci si ritrova nei Lower Barrakka Gardens, con panchine, aiuole. I tempio neoclassico è dedicato invece a Alexander Ball, l’ufficiale britannico, che aiutò nel 1798 i maltesi nelle rivolte contro i francesi.

La Valletta cosa vedere Malta
Siege Bell War Memorial della Valletta

In posizione rialzata, sempre lungo la costa, si vede il Siege Bell War Memorial, un tempietto circolare di forma neoclassica, e la grande statua bronzea sdraiata sul mare. La vicina terrazza panoramica, con le sue ampie arcate, è un punto davvero scenografico da raggiungere.

La Valletta cosa vedere Malta
Terrazza panoramica dei Lower Barrakka Gardens

UPPER BARRAKKA GARDENS LA VALLETTA

Dopo il mercato del pesce, è la volta degli Upper Barrakka Gardens con i bastioni di San Paolo e Pietro.

Nella parte inferiore dei giardini si trova anche il Saluting Battery, una serie di cannoni, che ogni giorno alle 12 e alle 16, sparano colpi a salve.

La Valletta cosa vedere Malta
Saluting Battery degli Upper Barrakka Gardens

LASCARIS WAR ROOMS LA VALLETTA

Nelle fondamenta, si trovano i Lascaris War Rooms, una rete di tunnel e camere sotterranee. Durante il secondo conflitto mondiale, costituirono il quartiere generale dei britannici contro i nazifascisti.

Visite guidate conducono in questi ambienti, dove sono presenti strumentazioni militari, telefoni e mappe. Da questo luogo, nel 1943, il generale Eisenhower guidò lo sbarco degli Alleati in Sicilia, con l’operazione conosciuta con il nome di Husky.

Il Waterfront della Valletta o Pinto Wharf è invece il lungomare. In passato si trovavano i magazzini per le merci, come grano e pesce, con portoni dai diversi colori, mentre ora ospitano ristoranti e bar alla moda….

THREE CITIES LA VALLETTA COSA VEDERE

Sulla Harbour Bay, di fronte alla Valletta, si protendono altre penisole, anch’esse fortificate. Verso il mare aperto, si protende il Forte Ricasoli, mentre sulla penisola di Vittoriosa è visibile il Forte Sant’Angelo. Le cittadine di Cospicua e Senglea sono formate da baie, insenature e strette stradine, porticcioli.

Tre Città la Valletta cosa vedere
Harbour Bay vista sulle Tre città

Sulla costa settentrionale sono localizzati i Malta Film Studios, utilizzati anche da produzioni internazionali e con cast stellari, come Jurassic World, Assassin’s Creed, Asterix e Obelix, Pirati…

Queste cosiddette “Tre Città” si raggiungono anche in traghetto direttamente dalla Valletta Dagli Upper Barrakka Gardens un ascensore gratuito scende fino al molo di imbarco, mentre la salita è a pagamento.

VIA DELLA REPUBBLICA

La strada principale del nucleo storico è Via della Repubblica, che ha un tratto della pavimentazione decorata. Sui lati si trovano piazze e importanti palazzi, e assieme alla Merchand Street, costituiscono le vie più animate dello shopping.

Entrati dalla Porta della Città, si incontra il Parlamento di Malta, che occupa un moderno edificio, progettato da Renzo Piano. E’ rivestito di lastre scolpite in pietra calcarea, tipica di Malta, detta limestone.

La Valletta cosa vedere Malta
Parlamento di Malta

PIAZZA DEL TEATRO REALE

Sulla vicina Piazza del Teatro Reale, sono presenti i resti del Royal Opera House, distrutto da un incendio nel 1873, e poi colpito dalla bombe tedesche. Costituisce ora un teatro all’aperto per manifestazioni culturali e musicali.

Alle sue spalle, si trovano invece la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria e il Museo delle Belle Arti, ospitato nell’Auberge d’Italia, un tempo il quartiere dei cavalieri d’Italia. Il MUZA espone collezioni di sculture, dipinti, mobili, armi e costumi.

PIAZZA CASTIGLIA

Su questa ampia piazza si affaccia il massiccio edificio barocco dell’Auberge de Castille, in origine palazzo dei cavalieri spagnoli e portoghesi, oggi sede del Primo Ministro di Malta.

La Valletta cosa vedere Malta
Piazza Castiglia alla Valletta

Sono presenti anche varie statue fra cui quella dell’ex Primo Ministro George Brog, che ha reso Malta indipendenza dall’Inghilterra. Al centro, invece, il monumento che ricorda il Summit del 2018 sull’immigrazione.

La scultura mostra un “nodo”, simbolo dell’unione fra l’Europa e l’Africa, data la posizione di Malta al centro del Mediterraneo.

Si affaccia anche la Borsa di Malta, sorta nel 1990, che occupa un edificio neoclassico del 1857, in passato ex chiesa, ufficio postale e scuola navale.

Si trova poi l’entrata degli Upper Barrakka Gardens della Valletta e il nuovo museo Malta Time-Gun Museum, incentrato sull’artiglieria con collezioni di armi e cannoni.

MUSEO ARCHEOLOGICO LA VALLETTA

Tornado su Via della Repubblica, si incontrano la Chiesa di Santa Barbara, quella di San Francesco d’Assisi e il Museo Archeologico, che occupa il palazzo dell‘Auberge di Provenza del 1571.

Museo Archeologico della Valletta cosa vedere
Museo archeologico

Il museo si articola su due piani e espone reperti archeologici risalenti addirittura al 5000 a.C. Le collezioni comprendono manufatti provenienti dai templi megalitici di Hagar Qin, come statuette femminili, probabilmente divinità della fertilità.

Spiccano la Venere di Malta e la Dea Dormiente simboli dell’isola, risalenti almeno al 2500 a.C. Mostrano fianchi e braccia grosse, e piedi e mani piccole, indossano gonne a pieghe, come nel caso della Venere di Malta, che  è alta 10 cm.

Dal sito di Hal Salflieni proviene invece La Dea dormiente, una statuina in creta di una donna sdraiata e la testa appoggiata al braccio. Interessanti sono anche le ricostruzioni e le spiegazioni dei misteriosi cart ruts, i solchi nella roccia forse di epoca neolitica, sparsi sulle isole maltesi.

CONCATTEDRALE DI SAN GIOVANNI ALLA VALLETTA

L’arcipelago di Malta è costellato di chiese, se ne contano oltre 350, e la più importante è diventata la Concattedrale di San Giovanni, dopo la cattedrale originale di Mdina. Come tutto il centro storico della Valletta, anche questa chiesa fa parte della lista del Patrimonio dell’Umanità.

Concattedrale di San Giovanni cosa vedere Malta
Facciata della Concattedrale di San Giovanni

Posizionata sul Piazza di San Giovanni, questa chiesa mostra una facciata austera, ma all’interno è completamente ricoperta di opere artistiche, marmi intagliati, legni dorati, pitture e affreschi

Nell’oratorio, sono esposti anche gli ultimi capolavori di Caravaggio, “La Decollazione di San Giovanni” e “San Gerolamo scrivente”….

CAFFE’ CORDINA ALLA VALLETTA

Sul fianco della cattedrale, e di fronte al Palazzo di Giustizia, si trova la piazza alberata del Gran Assedio.

Subito dopo, invece, l’animata Piazza della Repubblica, con i tavolini del rinomato e storico Caffè Cordina, sorto nel 1837.

La Valletta cosa vedere Malta
Rainbow Cake al Caffè Cordina della Valleta

Vale la pena dare un’occhiata alle sue splendide sale, per ammirare le volte affrescate, stucchi, vetrate, e una curvilinea scalinata, oltre a lampadari e arredamenti ottocenteschi.

Vasta è la scelta di dolci e pasticcini, che tentano qualsiasi palato, ma è possibile trovare anche insalatone e altre pietanze.

PALAZZO DEL GRAN MAESTRO

Da Piazza della Repubblica, si accede alla Biblioteca Nazionale, ma anche al magnifico Palazzo del Gran Maestro, e al Palazzo presidenziale.

Palazzo del Gran Maestro cosa vedere alla Valletta
Cortile del Nettuno

Il Cortile Principe Alfredo, prende il nome dal figlio della regina Vittoria, che venne in visita nel 1858. E’ conosciuto anche come Pinto’s Tower, per la torre dell’orologio, voluta dal Gran Maestro Pinto. Risale al 1745, e mostra quattro quadranti, che segnano le ore, i mesi e le fasi lunari.

Il cortile di Nettuno, con la statua bronzea della divinità del mare alberi e piante, è circondato da un loggiato, con balconate al piano superiore.

Palazzo del Gran Maestro La Valletta cosa vedere
Corridoio del Palazzo del Gran Maestro

Gironzolando per il Palazzo del Gran Maestro o Palazzo Pretorio, da sempre sede dei governatori, si possono vedere la Sala del Trono, la stanza degli arazzi, la Stanza dell’Ambasciatore e l’armeria.

PIAZZA SAN GIORGIO LA VALLETTA

Una delle piazze centrali più grandi della Valletta è Piazza San Giorgio, luogo di manifestazioni, festival musicali e culturali e i suo famoso carnevale.

Su di essa si affacciano imponenti edifici, fra cui il Palazzo del Gran Maestro, dove si svolge il cambio della guardia. In un angolo della piazza figura la bella Fontana dell’aquila, e in mezzo giochi d’acqua e statue.

Alle spalle della piazza, su Old Theatre Street, è situato il Teatru Manoel, risalente al 1731, che è uno dei più antichi d’Europa.

La Chiesa della Nostra Signora del Carmelo è invece più recente, visto che è stata ricostruita dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale. La sua spettacolare cupola ovale e il campanile non passano inosservati nel panorama cittadino.

Seguendo ancora Via della Repubblica, si incontra Casa Rocca Piccola, un antico palazzo del XVI secolo, che conserva belle stanze con mobili d’epoca e collezioni artistiche.

MERCATO DELLA VALLETTA

Il Mercato Centrale coperto della Valletta, posizionato dietro il Palazzo del Gran Maestro, si sviluppa su tre piani. Oltre a bancarelle di frutta, verdura, pesce, carne, è possibile gustare specialità e street food maltese anche sulla terrazza panoramica.

Underground Valletta è un percorso guidato nei sotterranei della capitale, sorti per motivi militari. Vi si possono vedere rifugi antiaerei, cisterne e lunghi cunicoli e tunnel bui.

Malta cosa vedere in una settimana!!

Siti megalitici Hagar Qim e Mnajdra!!

Scogliere di Dingli!!

Mdina e Rabat antiche città maltesi!!

Gozo cosa vedere in un giorno!!

Concattedrale di San Giovanni!!

Marsascirocco e le St. Paul’s Pool!!

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!