HomeMondo postAustralia postNew South Wales cosa vedere Australia

New South Wales cosa vedere Australia

NEW SOUTH WALES cosa vedere Australia

New South Wales o Nuovo Galles del Sud è solo uno dei sei stati che compongono l’Australia, e la sua capitale è anche la città più importante e famosa, Sydney.

Nato come colonia penale inglese nel 1788, il New South Wales aveva in origine un territorio molto più vasto, in quanto occupava oltre la metà dell’Australia!

STORIA DEL NEW SOUTH WALES

Gli aborigeri furono primi abitanti australiani, fintanto che non arrivò James Cook nel 1770. I veri e propri insediamenti coloniali, tuttavia, sorsero solamente nel 1788, che furono governati dall’allora capitano Arthur Phillips.

La First Fleet arrivò in un primo momento a Botany Bay, la baia situata nella parte meridionale di Sydney, però alla fine approdò nella baia di Port Jackson, nei pressi dell’attuale Opera House. I fatti accaddero il 26 gennaio, per cui questa data è ora la festa nazionale australiana.

STATO DEL NEW SOUTH WALES

Il New South Wales fu dapprima una colonia penale inglese, ma con il continuo arrivo di nuovi coloni,  divenne un vero e proprio stato. Nei decenni successivi, questo enorme territorio si frammentò in stati o colonie più piccole, formando così il “Commonwealth of Australia“.

L’Australia fa ora parte del “Commonwealth of Nations“, che si è creato dopo lo smembramento dell’Impero britannico.

Il suo scopo è quello di promuovere la pace e migliorare le condizioni di vita degli stati membri, che in tutto il mondo conta oltre cinquanta paesi. La regina inglese rappresenta solamente il simbolo di questa unione.

All’interno dei confini del New South Wales si trova a sua volta il Territorio della Capitale Australiana, ossia Canberra, e non Sydney come si potrebbe credere.

SYDNEY NEL NEW SOUTH WALES

La città più conosciuta dell’intera Australia è Sidney, che è anche la più grande con i suoi 5 milioni di abitanti. Rappresenta sicuramente una delle principali destinazioni di questa terra così lontana, e contrasta nettamente con tutte le sue bellezze naturalistiche.

Opera House cosa vedere Sydney
Vista sull’Opera House dall’Harbour Bridge

Il centro di Sydney è costituito dal Central Business District, formato da scintillanti grattacieli ma anche da storici edifici.

Le attrazioni turistiche vanno dalle iconiche strutture come l’Opera House e l’Harbour Bridge, ai grandi parchi e giardini, fra cui il Royal Botanic Garden, Hyde Park e i Domains…oppure zone ricreative quali Darling Harbour e Circular Quay….

La Sydney Harbour racchiude inoltre isole, penisole e parchi naturali oltre a splendide spiagge come Bondi Beach, e altre località di villeggiatura.

BLUE MOUNTAINS NEW SOUTH WALES

A pochi km da Sydney meritano una visita anche le mitiche Blue Mountains, così chiamate per la nebbiolina che le avvolge, sprigionata dalle sostanze rilasciate dai boschi di eucalipto lungo i pendii.

Il parco delle Blue Mountains è percorso da sentieri panoramici davvero eccezionali, sia lungo il perimetro della gola, che all’interno della vallata.

Numerose attrazioni attendono i visitatori, dagli splendidi giardini di storiche mansioni e cottages, alle cascate. Vi sono inoltre funicolari e funivie, che sorvolano e scendono nella vallata, dove ci si ritrova in mezzo a una natura ancestrale, e dove è facile imbattersi in molte specie di animali.

Three Sisters delle Blue Mountains cosa vedere
Three Sisters

Le due località turistiche più rinomate sono Katoomba e Leura, raggiungibili comodamente anche in treno direttamente da Sydney.

Non bisogna però dimenticare anche le incredibili formazioni rocciose, prima fra tutte le Three Sisters, tre pinnacoli che il tempo ha lentamente modellato. Si raggiungono con il lo scenografico sentiero Prince Henry Cliff Walk, che comprende decine di punti panoramici.

BIG THINGS DEL NEW SOUTH WALES

Come negli altri stati australiani, anche il New South Wales vanta le sue Big Things, ossia delle enormi strutture, che riproducono frutta, verdura, animali e anche oggetti, e ricordano le principali attività dei luoghi in cui si trovano.

Questa è proprio una vera mania australiana, che con il tempo si sono evolute in attrazioni turistiche, comprendendo anche parchi di divertimento o di intrattenimento.

Nella località costiera di Ballina, a sud del confine con il Queensland, posizionata su una rotonda nei pressi della Pacific Highway, si trova lo storico Big Prawn.

Questo gambero gigante lo hanno salvato dalla demolizione gli abitanti del posto, grazie a un restyling e a un riposizionamento.

Coffs Harbours vanta invece la Big Banana, una replica ingrandita di questo frutto tropicale. La realizzò inizialmente nel 1964 un venditore, che aveva una bancarella lungo la strada.

L’arrivo di frotte di visitatori ha permesso l’ampliamento della piantagione di banane e l’apertura di numerose attrazioni con bar e  ristoranti. Il Big Banana Fun Park rappresenta ora uno dei parchi acquatici più grandi presenti nel tratto fra Sydney e la Gold Coast del Queensland.

Un’altra costruzione bizzarra è il Big Merino di Goulburn, nei dintorni di Canberra, la capitale australiana.

Lo realizzarono nel 1985, per celebrare l’industria della lana, e si tratta praticamente di una struttura alta 15 metri, che si scala all’interno fino a raggiungere gli occhi, da dove si osserva il paesaggio intorno.

L’elenco è infinito, e ogni anno ne inaugurano dei nuovi, per cui qualsiasi grande località del New South Wales ne vanta una. Si possono quindi vedere una trota gigante, la chitarra dorata, la bicicletta, scarponi giganti….

NEWCASTLE NEL NEW SOUTH WALES

Un’altra cittadina costiera di una certa rilevanza, è Newcastle a nord di Sydney. E’ sorta in seguito alla scoperta di grandi giacimenti minerari, dove lavorarono i galeotti.

Molti di essi arrivarono da Newcastle upon Tyne in Inghilterra, e da qui deriva il nome di questa località. Dal 1823, si insedirarono invece i coloni, che fondarono le loro fattorie.

Newcastle rappresenta un importante centro economico e commerciale australiano, soprattutto per l’esportazione del carbone. Nel panorama cittadino, balza all’occhio l’imponente cattedrale gotica di Christ Church Anglican Cathedral, realizzata in mattoni rossi, e in posizione leggermente rialzata.

Molto affascinante è la penisola sabbiosa di Nobby Beach, lungo la quale si trova il faro bianco adagiato sulla collinetta granitica, e suggestivo è anche il lungo frangiflutti, che segna l’entrata del porto.

I Newcastle Ocean Baths, sono invece le piscine incastonate nella roccia costiera, con un padiglione art-decò che le delimita, risalente al 1922.

Port Stephens Bay, a nord di Newcastle, è un’area naturalistica racchiusa in mezzo a due promontori, con bellissime spiagge.

Qui è possibile raggiungere Tomaree Head, una collina di 160 metri, seguendo una passeggiata in mezzo al verde. Il Myall Lakes National Park è invece un parco con laghi costieri, dune, rocce frastagliate e paesaggi lacustri.

BYRON BAY NEW SOUTH WALES

Scoperta da James Cook nel 1770, Byron Bay prende infatti il nome dal nonno del noto poeta inglese Lord Byron, che era a quel tempo il suo vice ammiraglio.

La cittadina sorse per la ricchezza di legname presente in zona, ma divenne anche un importante porto per la pesca e la caccia alle balene, che ha avuto fine nel 1963. Tale attività è stata soppiantata ora dall’attività di whale watching

Al largo della costa naufragarono in passato decine di navi, a causa del basso fondale, per cui capita che con la bassa marea qualcosa riaffiori….

NIMBI E COMUNITA’ HIPPIE

Negli anni Sessanta Byron Bay divenne nota per la sua nutrita e colorata comunità di hippie, e tuttora sono presenti svariati centri new age, olistici, di yoga.

Nell’entroterra, a tal proposito, si trova la cittadina di Nimbin, che ha ospitato, nel 1973 l’Aquarius Festival, che proponeva uno stile di vita sostenibile per il bene della terra…

Cape Byron Lightstation, edificato nel 1901 in cima a una scogliera, che si raggiunge con una bella passeggiata lastricata. Si ammirano, inoltre, su entrambi i versanti del promontorio, splendide e solitarie spiagge dorate.

L’entroterra è un susseguirsi di parchi nazionali, uno più bello e interessante dell’altro. Nightcap National Park vanta, ad esempio, le splendide cascate di Minyons Falls.

Wollumbin National Park, Barrington Tops National Park ed altri comprendono anche porzioni di foreste pluviali. Il Wollemi National Park è noto per la presenza del particolare pino wollemi.

DORRIGO NATIONAL PARK

Il Dorrigo National Park, anch’esso situato nell’entroterra del New South Wales, in corrispondenza della cittadina costiera di Coffs Harbour.

L’antica foresta pluviale di questo parco è conosciuta come Gondwana Rainforest. All’interno vivono molte specie botaniche e tipici animali australiani, fra cui l’uccello Lira, capace di imitare praticamente tutti i suoni.

SENTIERI DEL DORRIGO NATIONAL PARK

Il parco vana anche magnifiche cascate, come le Crystal Falls, che si raggiungono con una camminata di 3.5 km a/r. Superato un suggestivo ponte sospeso, si segue una rientranza nella roccia e si ha modo di  ammirarle anche dalla grotta posteriore.

Altri sentieri conducono inoltre alle Coachwood Falls e alle Red Cedar Falls, che sono le cascate più grandi del parco.

Il sentiero circolare più lungo, di 6.6 km, è il Wonga walk, con il bellissimo Lyrebird Link track, di 800 metri a/r, che serpeggia in mezzo agli alberi ricoperti di muschi, funghi e avvolti da liane e felci.

Il Dorrigo National Park è famoso anche per il suo Skywalk lookout, presso il Rainforest Centre, una passerella di 70 metri, che da 21 metri di altezza, permette di camminare letteralmente sulle cime degli alberi, la canopy. La vista abbraccia la Bellinger Valley fino al mare in lontananza.

A nord del parco, vale la pena raggiungere anche le Dangar Falls, cascate alte 30 metri visibili da una piattaforma laterale, o percorrendo il sentiero lungo il Bielsdown River.

SPIAGGE DELLA COSTA MERIDIONALE NSW

Lunghissime spiagge, baie rocciose, strapiombi punteggiano il litorale a sud di Sydney, fino al confine con lo stato del Victoria. Alle loro spalle si dispiegano, invece, verdeggianti parchi e foreste, che spesso fanno parte della Great Dividing Range.

Si tratta della lunga catena montuosa, che attraversa da nord a sud, per oltre 3500 km tutta l’Australia.

Queste aree naturali possiedono rigogliose habitat naturali, cascate e laghi. Nel Morton National Park davvero imponenti sono le Fitzroy Falls.

Morton National Park cosa vedere Australia
Fitzroy falls nel Morton National Park

Spettacolare è anche il Ben Boyd o Beowa National Park con le sue scogliere di arenaria rossa, sulle quali si erge la Boyd’s Tower, un vecchio faro in pietra.

Snow Mountains, parte della Great Dividing Range, ospitano le cime più elevate dell’Australia, come il Monte Kosciuszko di 2228 metri. Quest’area rientra nella riserva della biosfera dell’Unesco, ed è la principale località sciistica autraliana.

Rinomati centri di villeggiatura costieri sono Jervis Bay e Kiama, che vanta lo sfiatatoio più grande del mondo. Questo geyser marino, che raggiunge i 25 metri di altezza, si è originato nella sottostante roccia vulcanica con l’azione continua delle onde del mare.

Le spiagge rinomate sono quella di Hyams Beach, considerata una fra le più belle d’Australia, ci sono poi  Batemans Bay, Blenheim Beach attorniate da cittadine, villaggi di pescatori e località balneari interessanti.

ENTROTERRA NEW SOUTH WALES

Lasciando la costa, oltre ai parchi nazionali in mezzo alle montagne, si incontrano vallate e paesaggi rurali.

HUNTER VALLEY NEW SOUTH WALES

Una delle regioni vinicole “relativamente” più antiche dell’Australia è l’Hunter Valley, situata a nord di Sydney. Quando nel corso dell’Ottocento, i primi coloni cominciarono a dedicarsi alla viticoltura, lo fecero lontano dalla costa, poichè lì il clima era troppo umido.

L’Hunter Valley. che comprende anche grandi giacimenti minerari, è la terra che ha dato il via alla produzione dei primi vini australiani, apprezzati ora in tutto il mondo.

Questa area è anche una meta turistica molto frequentata, dove degustare vini, prodotti agricoli, specialità gastronomiche ricercate.

Svariate sono anche le attività proposte, come sorvolare gli spettacolari paesaggi a bordo di colorate mongolfiere, visitare gallerie d’arte, gironzolare per i mercatini.

Sono presenti inoltre numerosi centri benessere, campi da golf, e si tengono interessanti eventi artistici e festival musicali, durane tutto l’anno.

KANGAROO VALLEY NEW SOUTH WALES

L’affascinante kangaroo Valley, situata anch’essa nell’entroterra, a circa 200 km a sud di Sydney, è un’area rurale con l’atmosfera di altri tempi. Le cittadine caraterizzate da storici edifici, botteghe artigianali, ospitano spesso eventi folcloristici.

Scoperta nel 1812, Kangaroo Valley si rivelò fin da subito idonea per il pascolo e l’allevamento, e sorsero quindi molte fattorie e latterie.

Molto particolare e “inglese” è inoltre l‘Hampten Bridge, il ponte sospeso più antico d’Australia, che fu realizzato nel 1898. Prende il nome dall’allora governatore del New South Wales.

New South Wales cosa vedere Australia
Hampden Bridge nella Kangaroo Valley

PARCHI OLTRE LA GREAT DIVIDING RANGE

Man mano che ci si inoltra sempre più nel territorio del New South Wales, superata anche la Great Dividing Range, le aree diventano man mano desertiche.

Il Warrumbungle National Park, a 550 km a nord-ovest di Sydney, è caratterizzato da praterie e montagne vulcaniche. Particolari formazioni laviche, come il Breadknife e la Belougery Spire, lo rendono molto suggestivo.

Disseminato di sentieri escursionistici, nel suo perimetro si trova anche il Siding Spring Observatory. Pare che in questo parco, siano state girate qui nel 1983 alcune scene del famoso video musicale, Let’s Dance di David Bowe.

MUNGO NATIONAL PARK NEW SOUTH WALES

Area protetta Unesco, il Mungo National Park è anche un territorio sacro per gli aborigeni. Si tratta di una landa deserta con 17 laghi prosciugati, i Willandra Lakes, e strade sterrate.

Sono stati rinvenuti ritrovamenti  archeologici importanti relativi agli uomini più antichi d’Australia. Si tratta dei corpi cremati di Mungo Man e Mungo Lady, risalenti a oltre 40.000 anni fa.

Spettacolari sono anche i Walls of China, praticamente delle dune solidificate ed erose, che hanno creato particolari formazioni.

OPALI NEL NEW SOUTH WALES

Spingendosi sempre più nell’Outback australiano, come nello stato del South Australia a Coober Pedy, anche il New South Wales possiede aree desertiche con giacimenti di opale.

Le cittadine di Lightning Ridge e White Cliffs, che si sviluppano anch’esse nel sottosuolo, sono rinomate per gli opali neri.

Broken Hill, sul confine con il South Australia, rappresenta invece la prima città mineraria australiana. Il Line of Lode Miner’s Memorial ricorda, infatti, le centinaia di minatori, che hanno perso la vita in questo luogo.

Molto suggestivo è anche il Living Desert and Sculpture, a nord di Broken Hill. Nel 1993, artisti internazionai realizzarono le 12 sculture scolpite negli enormi blocchi di pietra, ricavati però da un’altra località. Sono posizionati sulla Sundown Hill e risplendono in mezzo alla natura selvaggia e solitaria del deserto.

ISOLA DI LORD HOWE

Il territorio del New South Wales comprende anche alcune isole, sebbene alquanto distanti dalla costa. A circa 700 km a nord-est di Sydney, in pieno Mar di Tasmania, si trova Lord Howe, la più grande di un arcipelago di isolotti e scogli.

La natura incontaminata dell’isola vanta una moltitudine di specie botaniche e animali, ed è circondata da una laguna corallina, e per questo fa parte del Patrimonio dell’Umanità.

I primi a scoprire Lord Howe, nel 1788, furono gli inglesi a bordo della First Fleet, ossia la prima flotta di navi che trasportava i coloni in Australia.

Ad attrarre l’attenzione fu la Piramide di Ball, l’enorme faraglione isolato, posto a 23 km dall’isola di Lord Howe. Con i suoi 562 metri, è considerato il faraglione più alto del mondo, abitato da colonie di uccelli.

Lord Howe ha un’origine vulcanica, e misura 10 km di lunghezza e al massimo 2 km di larghezza.

Deve  il suo nome a quello dell’ammiraglio inglese Richard Howe. Quando sbarcarono per la prima volta, trovarono una gran varietà di piante e animali, molti dei quali ancora sconosciuti e rari, che finirono in breve tempo decimati, proprio perchè non temevano l’uomo.

Nei deceni successivi, le baleniere presero letteralmente d’assalto l’area marina attorno a Lord Howe. La caccia di questi animali fu spietata fintanto che il petrolio non soppiantò l’olio di balena.

Si insediarono lentamente anche i coloni, e dal 1855 l’isola entrò a far parte del New South Wales….Oggi Lord Howe è una meta turistica ricercata grazie alle sue meraviglie naturali.

Australia on the road!!

Queensland cosa vedere!!

Outback Australia cosa vedere!!

Victoria cosa vedere!!

Sydney in tre giorni!!

Ayers Rock dove andare!!

Dodici Apostoli australiani!!

Blue Mountains cosa vedere!!

Bondi Beach spiagge di Sydney!!

Sydney Harbour la baia!!

Canberra la capitale australiana!!

Barriera corallina australiana!!

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono

Cerca

Social

Tag

Instagram

error: Content is protected !!