Cracovia centro storico cosa vedere

CRACOVIA CENTRO STORICO COSA VEDERE

Cracovia è patrimonio dell’umanità dal 1978, e per secoli è stata la capitale della Polonia. L’apice della sua magnificenza l’ha raggiunta nel 14° secolo, sotto il regno di Casimiro III il Grande. Oltre al suo meraviglioso castello, il centro storico costituisce un’attrazione imperdibile, e soprattutto la sua grande e pittoresca piazza. Scopriamo, quindi, cosa vedere a Cracovia…

PIAZZA DEL MERCATO COSA VEDERE

La piazza del mercato, punto focale del centro storico di Cracovia, è considerata una delle più grandi piazze medievali europee. Da sempre, in questo luogo si è svolta la vita commerciale, sociale, amministrativa e religiosa della città.

La sua creazione avvenne in seguito all’invasione mongola, del 13° secolo, dalla quale la città ne è uscita completamente distrutta. Fu subito riedificata con strade a scacchiera e una grande piazza centrale, di forma quadrangolare, i cui lati misurano ben 200 metri.

La circondano, palazzine dagli stili architettonici variegati, fra cui gotico, rinascimentale e neoclassico, con facciate variopinte e stemmi di corporazioni.

Contrariamente a Varsavia, che è stata completamente ricostruita dopo la seconda guerra mondiale, Cracovia conserva invece la sua struttura originale.

Nel corso dei secoli, però, nella piazza furono erette varie costruzioni e posizionate bancarelle in maniera caotica. Per questo motivo, verso il 1800, venne in gran parte liberata per riacquistare così il suo antico splendore.

Ancora oggi, la piazza del mercato di Cracovia, è molto animata con spettacoli degli artisti di strada e attraversata da carrozze trainate da cavalli. Oltre agli stand commerciali nel Palazzo dei Tessuti, ci sono molte  bancarelle di fiori, bar e caffè. In ogni periodo dell’anno si svolgono anche mercatini, spettacoli, eventi di ogni tipo.

PALAZZO DEI TESSUTI

Il palazzo dei tessuti venne creato per ospitare le variopinte bancarelle di stoffe, sale, spezie, cera e pelle, che prima erano sparse su tutta la piazza. Le sue forme rinascimentali risalgono al 1500, e testimonia l’importanza  commerciale che Cracovia ha avuto a livello europeo fin dal medioevo.

Palazzo dei tessuti a Cracovia piazza del mercato
Palazzo dei tessuti a Cracovia piazza del mercato

L’edificio presenta all’esterno un lungo loggiato con colonne, archi e capitelli, diversi uno dall’altro, e un attico con fregi e mascheroni. Il lungo corridoio interno è fiancheggiato da bellissimi stand in legno, che vendono souvenir, artigianato polacco, ambra, gioielli e stoffe.

Scalinate laterali conducono al piano superiore, nella Galleria d’arte polacca del XIX secolo, che fa parte del Museo Nazionale di Cracovia. Vi sono esposte opere di grandi pittori nazionali fra cui Jan Matejko.

Particolare è il coltello di ferro appeso sopra l‘entrata del Palazzo dei tessuti, che aveva lo scopo di ricordare ai potenziali ladri le pene a cui sarebbero andati incontro.

Poco distante, si trova il monumento al poeta polacco Adam Mickiewicz, famoso per il suo poema Pan Tadeusz, il cui museo si trova a Breslavia, e considerato una specie di Alessandro Manzoni polacco.

La statua è circondata da statue allegoriche della Patria, della Poesia, della Scienza e del Patriottismo. Ogni anno, il 24 dicembre, le fiorarie portano mazzi di fiori in sua memoria.

MUSEO SOTTERRANEO DELLA CITTA’ VECCHIA

Nelle fondamenta del Palazzo dei Tessuti, trova posto il museo della città vecchia. Racconta la storia  della Cracovia medievale, seguendo un percorso archeologico, con ricostruzioni e postazioni multimediali.

Si possono vedere, quindi, artefatti come statuine, medaglioni, calzature in pelle, dadi, perle, antiche tombe. Sono ricreate antiche botteghe e ci sono spiegazioni relativi agli scambi commerciali con le città anseatiche.

MUNICIPIO VECCHIO

La torre del municipio è tutto ciò che rimane dell’antico edificio, abbattuto nel 1800 per liberare la piazza. Si eleva per 70 metri, e termina con una cupola barocca, è anche leggermente inclinato di 50 cm L’entrata della torre è decorata con due leoni in pietra. In passato fu utilizzata anche come prigione e per le torture, oggi è possibile entrare nelle sue sale gotiche con volte a crociera, e salire ad ammirare il panorama su tutta la piazza.

Nelle vicinanze è posizionata la scultura “Eros Bendato” o la testa “The Head.”, dell’artista polacco Igor Mitoraj. Di questo scultore è possibile vedere un’altra opera, “Luci di Nara“, nel cortile interno del Collegium Luridicum, in via Grodzka 53, verso il castello di Wavel.

BASILICA DI SANTA MARIA A CRACOVIA COSA VEDERE

Costruita sulle macerie di una preesistente chiesa, abbattuta dai mongoli, la basilica di Santa Maria risale al 14° secolo. Nel corso del tempo ha cambiato aspetto, fino a giungere all’attuale forma gotica. Ha una posizione obliqua rispetto alla piazza, proprio perchè si trovava qui prima ancora della ricostruzione del centro storico.

Basilica di Santa Maria a Cracovia
Basilica di Santa Maria a Cracovia

TORRI DELLA BASILICA DI CRACOVIA

La chiesa si caratterizza principalmente per le sue due torri di altezze differenti. La torre maggiore, alta 82 metri, è decorata con una guglia gotica. Un tempo aveva una funzione di guardia, e oggi è possibile salire lungo i suoi 271 scalini, per ammirare il panorama sulla piazza del mercato e i tetti circostanti.

Una leggenda racconta, che in passato, una sentinella, mentre suonava la tromba per avvisare dell’imminente pericolo, fu colpita improvvisamente alla gola. Ancora oggi, per ricordare l’episodio, ogni ora, un trombettista suona una melodia, heijnal, interrompendola all’improvviso…Ciò succede ogni ora, sia di notte che di giorno.

La torre più bassa, con la cupola rinascimentale, ha un’altezza di 69 metri e contiene cinque campane.  Una seconda leggenda spiega, che la differenza fra le due torri è dovuta dalla competizione fra i due fratelli, che si invidiavano a vicenda, tanto da uccidersi, lasciando incompiute le loro opere…

Un’altra curiosità riguada le catene di ferro poste all’ingresso, che erano messe ai colpevoli di adulterio e altri peccati religiosi, e venivano, ulteriormente, ingiuriati anche dai fedeli che si recavano in chiesa.

INTERNO DELLA BASILICA DI SANTA MARIA

Una delle meraviglie della basilica di Santa Maria è il  mestoso altare tardomedievale del presbiterio, considerato fra i più belli d’Europa.

Si tratta di una composizione in legno, alta 13 metri e larga 11, con due pannelli centrali fissi e due laterali mobili. Vi sono rappresentati ben 200 personaggi, che lo scultore ha realizzato prendendo ad esempio abitanti che vivevano allora a Cracovia. Le scene riguardano perlopiù la vita di Maria, e alcune statue raggiungono quasi tre metri di altezza.

Suggestiva è anche la volta a crociera, dall’atmosfera celestiale. Realizzata da Jan Matejko, che utilizzò un azzurro intenso per il fondo e l’oro per le stelle. Degne di nota sono anche le meravigliose vetrate istoriate che circondano il presbiterio.

CHIESA DI SANT’ADALBERTO

Un’altra chiesa posta sulla piazza del mercato è quella dedicata a Sant’Adalberto. E’ molto antica, e risale ancora prima della realizzazione della piazza stessa, infatti, la soglia dell’ingresso originario si trova a 2 metri sotto il livello stradale.

Fu proprio Sant’Adalberto a consacrarla, prima di partire per diffondere il Cristianesimo in Prussia, dove però venne martirizzato.

Questa chiesa era molto popolare fra i mercanti che giungevano a Cracovia da tutta Europa, e allora si presentava con forme romaniche. Trasformata nel tempo in un edificio barocco,è  sormontato da una grande cupola in rame verde, che termina con una lanterna.

Nei sotterranei è possibile visitare il Museo della Piazza del Mercato, che fa parte del museo archeologico di Cracovia.

PIAZZA DI SANTA SANTA MARIA

Alle spalle della Basilica di Santa Maria, si trova la piazza di Santa Barbara, un tempo occupata da un cimitero. Al centro, la abbellisce una fontana, sormontata da una statua bronzea di un giovane con il turbante dall’aria triste.

La piazza di Santa Barbara è particolarmente adatta per ascoltare la melodia suonata con la tromba,  dalla torre della Basilica di Santa Maria. Su di essa si affaccia, inoltre, la bella chiesa di Santa Barbara, con un portico gotico, che contiene una cappella, mentre lapidi e statue in marmo sono posizionate sulla facciata.

STRADE DEL CENTRO STORICO DI CRACOVIA

Il centro storico di Cracovia è attraversato da diverse strade molto animate, costellate di attività commerciali, ristoranti, botteghe e cose interessanti da visitare.

La Ulica Florianska e la Ulica Grodzka costituivano in passato la Strada reale, percorsa dai sovrani e personalità importanti.

ULICA FLORIANSKA A CRACOVIA

La strada pedonale di Ulica Florianska collega la Piazza del Mercato alla Porta di San Floriano, ed è fiancheggiata da antichi palazzi.

Molto interessante è il Museo della Farmacia, che si sviluppa su cinque livelli. All’interno si possono vedere antichi banconi, arredi, vasi in ceramica, alambicchi, mortai. Nella cantina trovano posto utensili, oggetti in vetro e botti per conservare “vini curativi”. La soffitta, invece, espone piante e erbe essiccate, che anche in passato erano conservate in questo luogo.

La via Florianska termina con la Porta di San Floriano, una delle otto porte difensive. Sopra l’entrata, da un lato si vede l’aquila della casata dei Piast, e sull’altro un bassorilievo di San Floriano, che spegne un incendio.

Il santo è spesso raffigurato con un secchio e infatti è considerato il patrono dei pompieri. Le sue spoglie si trovano nella cattedrale del Wavel. All’interno della torre, un altare del 19° secolo conserva una copia del quadro miracoloso della Madonna di Piaskowa.

Porta Florianska di Cracovia
Porta Florianska di Cracovia

Questo è un angolo molto scenografico del centro storico di Cracovia, con venditori ambulanti, artisti di strada e un’atmosfera pittoresca. La cinta muraria presenta un camminamento e ai lati due torri, quella dei carpentieri e quella dei commercianti di tessuti.

Oltrepassata la porta, ci si ritrova davanti al barbacane in mattoni, un’altra struttura difensiva, pressocchè circolare e adornata con pinnacoli, che risale al 1498.

La plac Matejiki, è fuori dalla città storica, proprio di fronte al barbacane. In centro trova posto il monumento della Battaglia di Grunwald, che ricorda la sconfitta dei cavalieri teutonici.

ULICA GRODZKA A CRACOVIA

Un’altra via molto piacevole è Ulica Grodzka, che conduce dalla piazza del mercato al castello di Wavel. Lungo il tragitto si incontrano fra l’altro la Chiesa di Sant’Andrea e quella dei Santi Pietro e Paolo, quest’ultima in stile barocco, riconoscibile dalla cancellata con le statue degli apostoli.

Di fronte, la piazzetta con la colonna di Maria Magdalena, e accanto il Museo arcidiocesano che ospita una mostra con oggetti appartenuti al Papa Giovanni Paolo II, che fra l’altro abitò proprio in questi edifici, quando era cardinale.

COLLEGIUM MAIUS

Nei dintorni ci sono poi vari musei fra cui quello di arte antica e archeologico. Molto interessante è il museo dell’Antica Università, che fu fondata nel 1364, in un edificio neogotico, e comprende anche un cortile con arcate e colonne. Curioso è l’orologio con le statuine in legno, che fanno una parata al suono del carrillon.

Il collegio Maius fu il primo nucleo dell’università di Cracovia, dove studiò anche Niccolò Copernico, nel 1400. Una sala conserva ancora gli strumenti e i globi di quel periodo. Anche Karol Wojtila frequentò questo istituto.

Durante la visita guidata, di trenta minuti, si ha modo di vedere la biblioteca, le sale delle cerimonie, e quella dei mappamondi più antichi che riportano le Americhe.

PARCO PLANTY

Tutto il nucleo storico di Cracovia è circondato da una parco cittadino, realizzato sulle antiche fortificazioni, che cingevano la città fino al 1820. Questa cintura verde è lunga quattro km e si sviluppa seguendo i canoni dei giardini all’inglese.

Lungo i sentieri si incontrano molte statue e sculture di personaggi polacchi, ma anche panchine, aiuole fiorite, ed è un luogo molto rilassante dove fermarsi a osservare la gente che passeggia.

PIAZZA SANTA CROCE

Nei pressi del parco Planty, si possono vedere altri luoghi molto interessanti di Cracovia. La piazza di Santa Croce, ad esempio, ospita l’omonima chiesa gotica in mattoni, con una grande torre quadrata. Particolarmente delicati sono gli affreschi interni con motivi floreali e grottesche.

Nella navata, risalta un pilastro solitario posto in centro, dal quale si dipanano nervature gotiche, che lo fanno sembrare a una palma.

Sempre sulla piazza, si fa notare il grande teatro dell’Opera Juliusz Slowacki, dall’architettura eclettica del 1800. Riprende in parte lo stile dell’Opera di Parigi, con una grande cupola centrale.

PIAZZA SZCZEPANSKI

Rimanendo sempre in prossimità del parco Planty, un altro luogo molto gradevole è la piazza Szczepanski, con una bella fontana. Vi si affacciano il Teatro Nazionale e l’elegante Palazzo Sztuki, che ospita mostre di arte contemporanea. Realizzato principalmente in stile art-nouveau, mescola anche elementi modernisti e classicisti, ispirandosi ai templi dell’antica Grecia. Lo caratterizzano i bianchi decori su fondo oro, che simboleggiano gli alti e bassi del processo creativo.

Una grande testa di Apollo sormonta, inoltre, l’entrata principale, mentre i busti di importanti artisti polacchi sono sistemati nelle nicchie delle facciate.

 

Polonia gallery!!

 

Città della Polonia gallery!

 

Viaggio on the road in Polonia!!

 

Varsavia centro storico!!

 

Danzica città anseatica e dell’ambra!!

 

Torun e Niccolò Copernico!!

 

Malbork la fortezza dei cavalieri teutonici!!

 

Ciechocinek e le torri di gradazioni!!

 

Wieliczka e le miniere di sale!!

 

Auschwitz e i campi di concentramento

 

Slowinski Park le dune bianche sul mar Baltico!!

 

Poznan e il suo affascinante centro storico!!

 

Breslavia e gli gnometti!!

 

Bydgoszcz e gli antichi granai mercantili!!

 

Tappe del viaggio in Polonia!!

 

 

Please follow and like us:

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!